Antologia – Le conserve di Alfio Ghezzi

Celteno del Mart

In un manoscritto del ‘700 custodito presso la Biblioteca Civica di Rovereto è descritta la ricetta del Celteno.
Questo dolce trentino deriva dalla tradizione culinaria di montagna secondo la quale si usano solo ingredienti facilmente reperibili e conservabili e per questo molto spesso varia da valle a valle.
È un dolce che veniva preparato normalmente durante il solstizio d’inverno con l’aiuto di tutti. Etimologicamente deriverebbe dall’avverbio tedesco “selten” con significato di talvolta, ma noi abbiamo pensato che fosse un peccato, essendo cosi buono, relegarlo ad un solo periodo e ne abbiamo fatto un nostro dolce distintivo modificandone la finitura e sostituendo la frutta secca e candita con una pasta di mandorle bianca stampata con l’iconica cupola del Mart.
Abbiamo curato anche la confezione affinché diventasse come nel passato un dolce da donare.
Va conservato in ambiente fresco e asciutto al riparo da fonti di luce. Prodotto soggetto a naturale calo di peso.


Ingredienti composta: Farina di grano tenero “tipo 1 molitura a pietra lavica”, UOVA, BURRO, NOCI, PINOLI, LATTE, MANDORLE, fichi, uvetta sultanina, zucchero, confettura di albicocche, grappa, agenti lievitanti, pasta bianca da copertura (sciroppo di glucosio, zucchero fondente, zucchero impalpabile, burro di cacao, fecola di patate, glicerina vegetale, aroma vaniglia, aroma mandorla).

Scadenza: 2 anni

300g
€ 17
Aggiungi al carrello

Prodotti in evidenza

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio